La Storia

Istituto Sant’Eugenio

L’Istituto Sant’Eugenio nasce nel 1886 da una volontà di Madre Maria Teresa Scherer, cofondatrice della Congregazione delle suore di Ingenbohl (www.kloster-ingenbohl.ch) e del Vescovo del Ticino Monsignor Eugenio Lachat. Un incontro che diede vita ad un Istituto dove accogliere soprattutto bambini sordi (numerosi in quegli anni nel Cantone), poveri e/o orfani. Madre Teresa scelse il nome della Scuola quale omaggio a colui che tanto aiutò la concretizzazione di questo importante ed unico progetto che proseguì nella sua forma fino al termine del ventesimo secolo con una sempre maggior caratterizzazione nell’accoglienza e nel sostegno a bambini audiolesi e con importanti disturbi del linguaggio, seguendo un approccio prevalentemente oralista ma accogliendo anche, soprattutto nell’ultimo periodo, la lingua dei segni.

Il 13 maggio 1998 è stata costituita, a Locarno, l’Associazione amici ed ex allievi dell’Istituto Sant’Eugenio con lo scopo di offrire un sostegno morale e materiale all’Istituto ancora condotto dalle suore di Ingenbohl.

Nel marzo 2000 la Congregazione delle Suore di Ingenbohl ha deciso di lasciare la gestione diretta del Collegio e del Centro Oto-logopedico al termine dell’anno scolastico 2001-2002 a favore dell’Associazione che, conscia dell’importanza dell’Istituto a favore dell’educazione e della formazione di tanti giovani, ha deciso di assumerne la gestione laica dello stesso a partire da settembre 2002; alcune suore sono comunque ancora rimaste per alcuni anni nell’Istituto dando un aiuto al personale laico.

Nel mese di giugno del 2016, l’Associazione ha deciso di chiudere il Collegio, la parte di scuola privata dell’Istituto, concentrando le proprie energie sul Centro Oto-logopedico presso il quale sono accolti bambini che presentano disturbi del linguaggio e uditivi con una propria scuola dell’infanzia ed elementare. In seguito a tali cambiamenti, il 24 maggio 2017 l’Assemblea dei soci ha approvato la modifica degli statuti della nuova Associazione Istituto Sant’Eugenio a carattere laico.