Psicomotricità

La psicomotricità si occupa dell’interazione fra gli ambiti di sviluppo della percezione, dell’affettività, del pensiero, del movimento e del comportamento e la loro manifestazione a livello corporeo. Si rivolge alla globalità del bambino intesa come stretta unione tra la sua struttura somatica, affettiva e cognitiva.

Dal piacere dell’agire al piacere del pensare

Obiettivo generale della psicomotricità è favorire l’evoluzione del bambino affinché possa accedere a una padronanza logico-concettuale. Affinché questo obiettivo si realizzi, è necessario che il bambino si riappropri del suo agire ritrovando il piacere senso-motorio. Ciò che è acquisito dall’azione corporea gli permette di giungere alla rappresentazione.

I bambini dai 3 ai 7/8 anni del centro oto-logopedico beneficiano di un intervento psicomotorio settimanale di 60 minuti.

All’inizio dell’anno scolastico vengono valutate le abilità psicomotorie e i bisogni dei singoli bambini. In un secondo momento si organizzano dei piccoli gruppi di 3-4 bambini e/o degli interventi con percorsi individualizzati.

Nei gruppi, attraverso attività guidate di esplorazione, costruzione, invenzione i bambini esplorano il loro corpo in relazione agli altri, allo spazio e agli oggetti. Partendo dal movimento spontaneo creativo il bambino si confronta con nuovi stimoli e viene invogliato ad adattare e coordinare il proprio agire alla situazione agli oggetti, al ritmo allo spazio e a relazionarsi con gli altri.

Vengono proposte attività che permettono di fare dei legami tra movimento e agito nello spazio tridimensionale e attività grafo-motorie. Il bambino sviluppa il piacere del gesto grafico e il piacere di lasciare delle tracce colorate sul foglio permettendo con un gesto e un ritmo fluido, morbido e regolare. Attraverso attività specifiche di gioco, di movimento il bambino impara a riflettere su ciò che è passato e anticipare quello che verrà.

L’ approccio psicomotorio individualizzato è indicato nei seguenti casi:

– disturbi della motricità (inibizione psicomotoria, agitazione psicomotoria, disturbi del tono muscolare, disturbi prassici)
– disturbi globali di sviluppo e ritardo psicomotorioe ritardo
– disturbi relazionali-sociali
– disturbi del linguaggio (comunicazione verbale e non-verbale)